Bancaria n. 7-8/2018


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2018
Disponibilità
In uscita
Richiedi informazioni

CONTRIBUTI - Le banche per la ripresa / The role of Italian banks for economic progress
In Italia le banche hanno affrontato le crisi sopportando alti costi per i salvataggi e per nuovi fondi europei e nazionali di garanzia, favorendo una nuova fase di ripresa e di occupazione anche grazie a una rivoluzione tecnologica, culturale e metodologica che sta facendo competere le migliori banche italiane con le più efficienti d’Europa. Per proseguire su questa strada, a salvaguardia della centralità delle persone, delle famiglie e delle imprese, è importante che l’Italia ammoderni le sue normative allineandole ai migliori standard europei. E occorre una svolta nell’Unione europea, con obiettivi ambiziosi di crescita che la riguardino tutta, e un’Unione bancaria con regole identiche e Testi unici certi e coerenti.

Italian banks have borne heavy costs for crisis resolutions, facilitating the return to growth, thanks to a new strategic and technological approach. The best Italian banks can now compete with the most efficient ones in Europe. Domestic regulation has to be improved to reach European standards. The European Union must change towards ambitious, homogeneous growth goals, based upon a fairer Banking Union.
CONTRIBUTI - Rafforzare le banche e rimuovere i freni alla crescita / The effort to strengthen Italian banks and to remove structural obstacles
In Italia, c’è necessità di investimenti pubblici, da selezionare ed eseguire con la massima efficienza, come vi è bisogno di un'ampia ed equilibrata riforma fiscale, diretta ad accrescere l'occupazione e promuovere la crescita dell’economia. Vanno rimossi gli ostacoli all’attività di impresa, all’innovazione, alla corretta allocazione delle risorse che discendono da rigidità e ritardi nei servizi pubblici. Deve proseguire l’impegno a rafforzare le banche, e in particolare quelle di minore dimensione, e a rimuovere i freni strutturali alla crescita potenziale dell’economia. Le banche, dal canto loro, devono fornire alle imprese servizi finanziari utili alla crescita e all’innovazione ma è necessario che siano rimossi gli svantaggi competitivi ancora esistenti.

The obstacles to business, innovation and the correct allocation of resources caused by rigidities and delays in public services should be eliminated. And there is clearly a need for public investment, chosen and carried out with the utmost efficiency, just as there is also need for sweeping and balanced fiscal reform to increase employment and promote economic growth. We must not cease our efforts to strengthen Italy’s banking system, particularly the smallest banks, and to eliminate the structural impediments to realizing our economic growth potential. The banks should provide the financial services that will allow firms to grow and innovate, but a system that is able to grant credit justly and efficiently, even in adverse economic conditions, needs its residual competitive disadvantages to be removed.
CONTRIBUTI - Crescita, riforme e sostenibilità dell’Italia in un nuovo quadro europeo / Sustainable growth and structural reforms, the path for Italy in a new Europe
Ci troviamo in una fase molto complessa, caratterizzata dalle opportunità e dalle incertezze che provengono dall’economia mondiale e dal fatto che dovremmo affrontare passi importanti di trasformazione della governance europea. In questo contesto la risposta italiana sarà quella di procedere nelle riforme strutturali previste nel programma di governo, con l’idea di rafforzare la capacità di risposta agli shock esogeni e di attivare il più possibile i fattori endogeni di crescita della nostra economia.

We are in a complex scenario, characterized by the opportunities and uncertainties deriving from the world economy and by the fact that we should face relevant transformations of European governance. In this context, the Italian response will be to proceed with the structural reforms envisaged in the government program, with the idea of strengthening the ability to respond to exogenous shocks and to activate as much as possible the endogenous factors of growth.
FORUM - Does Business Model Instability Imperil Banks’ Soundness? Evidence from Europe / Cambiamenti del modello di business e rischio di instabilità: un’analisi sulle banche europee
In the years prior to the Great Financial Crisis, banking business metamorphosed from being the economy’s most regulated and traditional sector into one of the most dynamic casino-like. Bank profitability jumped from the usual 5% or so to beyond 10% or even 25% at some banks. Those profitability levels were unsustainable as they hid risks. Indeed, too often banks achieved high profits by changing their business approach and taking excessive risks, largely not accounted in the regulatory metrics. This paper investigates what happens to its risk-adjusted performance, measured by its Z-score, that identifies business models of banks in Europe, our empirical analyses deliver clear indications that, banks business model stability increases the overall bank soundness, whilst banks switching their business model get seemingly closer to default. The policy implication is that business model switching may lead banks to undertake new risks they are unprepared for. As such, regulators and supervisors should generally avoid promoting business model change and pay special attention when a bank switches its business model.

Negli anni precedenti alla crisi, il business delle banche si è trasformato da tradizionale e regolato a iper-dinamico, con profitti alti e non sostenibili e spesso rischi eccessivi e non controllati. Questo articolo punta a verificare cosa accade alla stabilità di una banca quando modifica il proprio modello di business. Un’analisi sulle banche europee mostra che le banche che cambiano business model possono mettere in pericolo la propria stabilità. L’implicazione di policy è che i supervisori non dovrebbero promuovere cambiamenti di modello di business che possano portare una banca ad affrontare rischi a cui non è preparata.
SCENARI - Banking Union, Corporate Governance and Supervision: the new frontiers / Nuove frontiere dell’Unione Bancaria, tra corporate governance e risk management
Prudential supervision and bank governance have taken big steps after the crisis. We must now finalize Banking Union and remind that values and ethical foundations of the financial sector are crucial.

La governance delle banche europee, la supervisione e la vigilanza hanno fatto grandi passi avanti dopo la crisi. È ora necessario finalizzare l’Unione Bancaria, tenendo presente l’importanza dei valori etici nel settore finanziario.
FISCO E TRIBUTI - Bitcoin e criptovalute: il trattamento fiscale delle valute virtuali / Crypto-currencies, the tax treatment in Italy
Il repentino successo delle valute virtuali, peraltro esposte a forti oscillazioni di valore, ha sollevato richieste di chiarimento sul loro trattamento fiscale sia con riguardo alle negoziazioni con le monete tradizionali sia per le operazioni effettuate attraverso un contratto finanziario derivato denominato Contract for Difference. Non vanno sottovalutati i rischi derivanti dal fatto che le valute virtuali sono trattate su piattaforme non regolamentate, soggette a manipolazioni e agli attacchi degli hacker.

The sudden success of crypto-currencies, subject to large fluctuations in value, has raised requests for clarification of their tax treatment, with regard both to trading and transactions carried out through a derivative financial contract called Contract for Difference. The risks arising from the fact that virtual currencies are traded on unregulated platforms, subject to manipulation and hacker attacks, should not be underestimated.
SISTEMI GESTIONALI E RISCHI - Il nuovo modello di regolamentazione: quali impatti sul settore e sulle strategie delle banche? / The new model of prudential regulation and intensive supervision. The possible pitfalls
In risposta alla crisi e ai problemi di instabilità, la regolamentazione bancaria si è mossa lungo diverse direzioni, diventando più estesa e restrittiva, con l’obiettivo di rendere il settore bancario più sicuro. L’attuale modello rischia di essere «invasivo» e di limitare non poco le autonomie strategiche delle banche. Ne deriva un interrogativo di fondo: quali siano gli effetti finali dell’attuale modello di regolamentazione, cioè i trade-off tra stabilità, concorrenza e sviluppo di modelli di business bancari coerenti con il sostegno dell’innovazione e la crescita dell’economia.

The regulation response to the financial crisis has moved along different directions, becoming more pervasive and restrictive, with the aim of strengthening the global financial system. However, the current regulatory model appears to limit the strategic autonomy of banks, creating a trade-off between stability, competition and the development of banking business models consistent with the support of innovation and growth.
CREDITO - Crescita economica e ripresa degli investimenti in Italia nell’indagine Bei / Investment in Italy, a diversified recovery in the Eib Survey
Dopo la brusca caduta degli investimenti da parte delle imprese in Italia e in Europa, a seguito della crisi e della successiva recessione, l’attuale congiuntura mondiale registra nelle economie più avanzate una generale accelerazione. Anche in Italia, a partire dal 2014-2015, robusti segnali di miglioramento hanno riguardato soprattutto gli investimenti in impianti e macchinari nonché in attività immateriali, mentre il settore delle costruzioni non ha ancora mostrato una chiara ripresa. I risultati della Investment Survey della Bei confermano tale tendenza ma, rispetto all’Europa, in Italia servono una continua attenzione per evitare incertezza e rigidità regolamentare e, dal lato del settore pubblico, una maggiore capacità di generare progetti di elevata qualità.

After the sharp fall in investments by companies in Italy and in Europe, following the crisis and the recession, the current global economic situation is showing a general recovery in the most advanced economies. Also in Italy, starting from 2014-2015, strong signs of improvement mainly concerned investments in equipment and machinery as well as intangible assets, while the construction sector has not yet shown a clear recovery. The results of the Eib Investment Survey confirm this trend, but in Italy a continuous attention is needed to avoid regulatory uncertainty and rigidity and, from the public sector side, a greater capacity to generate high quality projects.
SISTEMI DI PAGAMENTO - I pagamenti digitali: le potenzialità delle carte di pagamento e la strategia di Bancomat / Digital payments and cards’ potential: the new Bancomat strategy
Nel mercato dei servizi di pagamento gli strumenti più innovativi presentano un tasso di crescita potenziale elevatissimo; tuttavia i dati dimostrano che saranno ancora le carte gli strumenti che avranno l’egemonia sulle transazioni di pagamento effettuate dal target retail nel prossimo triennio. In questo scenario, Bancomat SpA, società che gestisce da oltre 30 anni i circuiti domestici per le operazioni di pagamento e prelievo con carta di debito, affiancherà le banche italiane nel percorso di innovazione e digitalizzazione dell’offerta dei servizi di pagamento ampliando ed evolvendo progressivamente la propria offerta con funzionalità innovative.

In the payment services market, innovative instruments have a very high potential growth rate; but data show that in retail payments cards will keep a dominant role. In this scenario, Bancomat SpA, the company operating for over 30 years in Italian payment circuits and debit card transactions, will support banks to innovate and offer new digital payment solutions.



Ti potrebbe interessare anche