La libera prestazione dei servizi bancari e finanziari in Europa


Il quadro normativo comunitario e nazionale e l'operatività delle banche italiane

 

di: ABI

Editore
Bancaria Editrice
Anno
1997
Pagine
108
ISBN
88-449-0046-7
Disponibilità
Disponibile
Prezzo Copertina € 15,00
IVA assolta dall'editore

Presentazione

Il completamento del quadro normativo di riferimento sia a livello europeo che sul piano nazionale consente di verificare il grado effettivo di applicazione della libera prestazione dei servizi in uno Stato della UE. Il volume compie una panoramica del quadro normativo di riferimento analizzando le modalità concrete utilizzate dalle banche comunitarie e italiane.


 

Il volume raccoglie gli interventi al Convegno organizzato dall'ABI su "Libera prestazione dei servizi bancari e finanziari", svoltosi a Roma l'8 marzo 1996.

Enrico Granata è Direttore centrale e responsabile dell'Area normativa dell'ABI.
Carlo Pisanti è Direttore principale. Servizio normativa e affari generali di vigilanza della Banca d'Italia.
Alessandro Profumo è Amministratore delegato del Credito Italiano.

Il volume è stato coordinato da Fabrizio Maimeri, Responsabile del servizio giuridico, comunitario e dell'ordinamento bancario e finanziario dell'ABI e Giuseppe Tiracorrendo, funzionario dello stesso servizio.


 

Il completamento del quadro normativo di riferimento della libera prestazione di servizi sia a livello europeo (seconda direttiva di coordinamento bancario e direttiva sui servizi di investimento) che sul piano nazionale (Testo Unico e Istruzioni di vigilanza della Banca d'Italia) costituisce l'occasione per compiere una verifica del grado effettivo di applicazione della possibilità concessa a un intermediario finanziario di prestare liberamente i propri servizi in uno Stato della UE.
Tale occasione è resa, inoltre, ancora più opportuna da una recente iniziativa della Commissione europea diretta a chiarire, presso gli Stati membri, alcune incertezze interpretative che arrecano pregiudizio al funzionamento dei meccanismi messi in atto dalla disciplina comunitaria e a fornire chiare indicazioni agli Stati membri.

Il volume intende contribuire al dibattito in corso sulla materia, compiendo una panoramica generale, ma puntuale, del quadro normativo di riferimento, soprattutto a livello nazionale, e analizzando concretamente le modalità con cui le banche comunitarie e italiane hanno utilizzato sul campo le opportunità offerte dalla normativa. Ciò nell'intento di fare luce su quei punti critici che limitano ancora la piena integrazione dei mercati e ostacolano la realizzazione di un nuovo modo di "fare banca".

Di particolare interesse è la ricca Appendice, che contiene la Circolare esplicativa dell'ABI, le istruzioni della Banca d'Italia e gli atti emanati dagli organi comunitari, rendendo ancora più chiaro ed esaustivo il quadro della situazione.

1. L`EVOLUZIONE DELLA DISCIPLINA
Saggio di Enrico Granata
1.1 Il quadro normativo di riferimento
1.2 Il progetto di comunicazione della commissione
1.3 Le istruzioni di vigilanza della Banca d`Italia
2. INQUADRAMENTO NORMATIVO, PRIME VERIFICHE, LINEE EVOLUTIVE
Saggio di Carlo Pisanti
2.1 Introduzione
2.2 La regolamentazione della libera prestazione di servizi a livello comunitario e in Italia
2.2.1 Il dibattito comunitario
2.2.2 Il mercato unico nel settore bancario
2.2.3 La regolamentazione italiana Le banche comunitarie
2.2.4 La regolamentazione italiana Le banche italiane ed extracomunitarie
2.3 L'indagine sulla prestazione di servizi in Italia
2.3.1 La ricognizione sulla libera prestazione di servizi in Europa sulla base delle notifiche
2.3.2 Aspetti metodologici
2.3.3 Quadro generale dei risultati dell'indagine
2.3.4 Dimensione quantitativa, tipologia della clientela e struttura organizzativa
2.3.5 Prime valutazioni dei risultati
2.4 La libera prestazione di servizi e l'attività bancaria fuori sede
2.5 Considerazioni conclusive
3. LE NUOVE OPPORTUNITÀ OPERATIVE PER GLI INTERMEDIARI
Saggio di Alessandro Profumo
3.1 Premessa
3.2 Il settore dell'intermediazione finanziaria in Italia
3.3 Il ruolo delle banche
3.4 L'esperienza del credito italiano
4. APPENDICI
"4.1 Disciplina della prestazione di servizi senza stabilimento
4.2 Parere del comitato economico e sociale delle Comunità Europee del 24-25 aprile 1996 in merito al ""progetto di comunicazione della commissione: libera prestazione di servizi e interesse generale nella seconda direttiva bancaria"""



Ti potrebbe interessare anche