I covenant di bilancio nei finanziamenti a medio e lungo termine


Clausole contrattuali e parametri statistici di riferimento settoriale - Manuale 2004

di: UniCredit Banca MedioCredito

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2004
Pagine
416
ISBN
88-449-0626-0
Disponibilità
Disponibile
Prezzo di copertina€ 35,00
Prezzo Internet Sconto 5% € 33,25
IVA assolta dall'editore

Presentazione

Clausole contrattuali e parametri statistici di riferimento settoriale - Manuale 2004




 

Il vivace dibattito che sta accompagnando i lavori di revisione dell'Accordo sul Capitale, noti come Basilea 2, viene sovente traslato in un'analisi critica del modello tradizionale di relazione tra banca e impresa. In uno scenario evolutivo del mercato del corporate finance soggetto a profonde modificazioni sia dal lato della domanda, sia da quello dell'offerta, l'auspicata trasformazione del rapporto banca-impresa su basi più trasparenti non può che passare anche attraverso la diffusione di prassi operative che aiutino a rendere più oggettiva e razionale la formalizzazione delle condizioni contrattuali.
Nell'ambito dei contratti di finanziamento a medio-lungo termine destinati a finalità di tipo produttivo o commerciale, l'utilizzo dei covenants creditizi rappresenta una innovazione che consente efficacemente di superare il ricorso sistematico a forme di garanzie reali. Il covenant è infatti una clausola, concordata esplicitamente in fase di definizione contrattuale, che riconosce al soggetto finanziatore il diritto di rinegoziare o revocare il credito al verificarsi degli eventi previsti nella clausola stessa. Tali clausole permettono di collegare le performance economico-finanziarie del cliente ad eventi risolutivi/modificativi delle condizioni contrattuali (scadenza, tassi, ecc.).
Affinché il ricorso ai covenants possa divenire una pratica diffusa e consolidata, è fondamentale che tali clausole siano definite in modo inequivocabile e basate su informazioni condivise tra le parti e il più possibile oggettive.
Questo volume si propone quindi come uno strumento operativo utilizzabile sia per consultazione, in fase di attribuzione contrattuale dei singoli covenants aziendali, sia come fonte di riferimento per la fissazione di covenants che tengano conto dell'andamento settoriale e dimensionale riferito all'azienda affidata.

1. PROBABILITÀ DI VIOLAZIONE DEI COVENANT DI BILANCIO: VALUTAZIONI EMPIRICHE SU DATI DELLA CENTRALE DEI BILANCI
1.1 Probabilità semplici
1.2 Probabilità congiunte
2. NOTE METODOLOGICHE
2.1 Il campione di imprese: morfologia e rappresentatività rispetto ai dati nazionali
2.2 Criteri di aggregazione dei dati
2.3 Definizione degli indicatori
2.4 Definizione dei parametri medi di riferimento
3. PARAMETRI DI RIFERIMENTO PER COVENANT: QUARTILI PER SETTORI E CLASSI DI FATTURATO
3.1 Agricoltura, Silvicoltura E Pesca
3.1.1 Agricoltura, allevamento, silvicoltura, pesca
3.2 Energia
3.2.1 Estrazione di minerali
3.3 Trasformazione Industriale
3.3.1 Industrie alimentari delle bevande e del tabacco
3.3.2 Industrie tessili e dell'abbigliamento
3.3.3 Legno, carta ed editoria
3.3.4 Prodotti petroliferi, chimica e fibre sintetiche, plastica, gomma
3.3.5 Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi e metalliferi
3.3.6 Macchine e apparecchi meccanici
3.3.7 Macchine elettriche ed elettronica
3.3.8 Mezzi di trasporto
3.3.9 Altre industrie manifatturiere
3.3.10 Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua
3.4 Edilizia
3.5 Commercio E Pubblici Esercizi
3.6 Trasporti e comunicazioni
3.7 Servizi non finanziari destinati alla vendita