Guida alla prevenzione delle rapine in banca


Norme, organizzazione della sicurezza, sistemi di difesa e modalità comportamentali

di: ABI

Editore
Bancaria Editrice
Anno
1998
Pagine
104
ISBN
88-449-0066-1
Disponibilità
Disponibile
Prezzo Copertina € 15,00
IVA assolta dall'editore

Presentazione

Il volume fornisce elementi di orientamento per le strategie e per le scelte operative delle banche: organizzazione della sicurezza antirapina, adozione di sistemi di difesa, norme di comportamento per il personale. Tutto ciò al fine di contrastare con maggiore efficacia il fenomeno criminoso in continuo aumento. Una guida particolarmente utile per tutti i responsabili di filiale.

 

Questo volume rappresenta la nuova edizione, profondamente riveduta e ampliata, del manuale Le rapine in banca: analisi delle problematiche pubblicato da Bancaria Editrice nel 1991. Esso è il risultato dell'attività svolta da uno specifico Gruppo di lavoro interbancario costituito dall'ABI allo scopo di seguire l'evoluzione dei mezzi di prevenzione e di protezione dalle rapine e di approfondire le tematiche relative all`utilizzo degli stessi.
L'attività del Gruppo di lavoro è stata coordinata da Vincenzo Macchia, Responsabile del Servizio Sicurezza dell'ABI e da Agnès Pérot, Funzionario dello stesso Servizio.
Il Gruppo di lavoro è composto da: Gian Carlo Alfieri - Banca Nazionale del Lavoro, Ivo Civitelli - Banca Monte dei Paschi di Siena, Carlo Guazzoni - Banca Popolare di Milano, Gennaro Rinaldi - Banca di Roma, Bruno Sebastiani - Credito Italiano, Raimondo Tasora - Cariplo, Franco Torelli - Istituto Bancario San Paolo di Torino, Marco Venturini - Banca Commerciale Italiana

L'Italia, negli ultimi decenni, ha visto aumentare in misura preoccupante il fenomeno criminale, e in particolare quello dei delitti contro il patrimonio, tra cui si collocano le rapine in banca, le quali, dopo un decremento negli anni Ottanta, hanno raggiunto di recente livelli nuovamente inquietanti.
Le banche, dal canto loro, effettuano ingenti investimenti economici, nel tentativo di arginare le attività criminose sempre più frequenti, e sono alla ricerca di nuovi mezzi e strumenti per contrastarle con maggiore efficacia. In particolare si avverte la necessità di sviluppare un'adeguata «filosofia» della sicurezza antirapina, attraverso l'adozione di un complesso coerente di norme, strumenti e attività specificamente organizzate allo scopo.
Questo volume nasce dall'esigenza di fornire elementi di orientamento per le strategie e per le scelte operative delle banche. Per questo analizza in materia dettagliata alcune tappe ritenute fondamentali per la messa a punto di una efficace attività di contrasto del fenomeno criminoso:

  • organizzazione della sicurezza. Si tratta degli interventi mirati ad attuare una strategia antirapina: criteri cui attenersi nel realizzare misure antirapina, sistemi difensivi da adottare, budget da destinare alla sicurezza, normativa da rispettare e interventi in caso di violazione delle norme, formazione del personale, apprestamento della struttura e degli apparati di controllo;
  • sistemi di difesa. Una volta definita l'organizzazione, il livello di protezione dalle rapine dipenderà dall'adozione di efficaci sistemi e strumenti difensivi: protezione degli accessi, difesa dei varchi perimetrali e protezione delle aree interne, locali custodia valori, utilizzo degli impianti di allarme, servizio di vigilanza.
  • norme di comportamento. Sulla base di alcuni elementi che caratterizzano l'evento rapina (umano, ambientale, materiale e dinamico) e delle possibili tipologie di attacco, si individuano le modalità per intervenire con tempestività in via preventiva e le linee di comportamento da suggerire al personale durante e dopo una rapina.

L'analisi approfondita del fenomeno della rapina in banca, il taglio pratico che lo caratterizza, le indicazioni operative che fornisce sono tutti elementi che rendono il volume uno strumento di lavoro fondamentale per tutti coloro che in banca sono coinvolti nel problema: responsabili, a livello direzionale e applicativo, dei servizi tecnici, degli immobili, della formazione, dell'ispettorato e dell'organizzazione, nonché esperti della sicurezza.

1. CONSIDERAZIONI PRELIMINARI
1.1 La criminalità in Italia
1.1.1 Delitti «ufficiali» e delitti «reali»
1.1.2 I delitti contro il patrimonio
1.1.3 I delitti di «autore ignoto»
1.2 Le rapine in banca
1.3 Evoluzione delle difese attuate dalle banche
1.4 Filosofia della sicurezza antirapina
2. ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA ANTIRAPINA
2.1 Principi generali
2.2 Livello decisionale
2.3 Livello di controllo
2.3.1 Funzioni di verifica
2.3.2 Funzioni di manutenzione
2.4 Livello applicativo
3. SISTEMI DI DIFESA
3.1 Considerazioni generali
3.2 Protezione degli accessi
3.3 Misure per disincentivare il rapinatore
3.4 Misure di ricostruzione di evento
3.5 Misure di segnalazione di evento
3.6 Servizi di vigilanza
4. LA RAPINA: FENOMENOLOGIA E NORME DI COMPORTAMENTO
4.1 Elementi della rapina
4.2 Comportamento da tenere durante una rapina
4.3 Norme da osservare dopo una rapina
5. APPENDICE
Ossif e la gestione della sicurezza fisica