Bancaria n. 6/2021


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2021
Disponibilità
In uscita
Richiedi informazioni

CONTRIBUTI - Il pacchetto per la finanza digitale in Europa. Rischi e opportunità nella competizione globale / European Commission and the Digital Finance Package. Risks and opportunities in global competition
Il pacchetto per la finanza digitale adottato dalla Commissione europea è composto da quattro proposte di regolamento di grande rilevanza. I primi due sono dedicati alle criptoattività, il Mica (Markets in Crypto-Assets regulation) e il Pilot (regime pilota per le infrastrutture di mercato basate su tecnologia Dlt). Il terzo, il regolamento Dora, è dedicato alla sicurezza nel settore finanziario, mentre il 21 aprile è stata presentata la proposta sull’Intelligenza artificiale. Gli obiettivi dei regolamenti sono ambiziosi: rimuovere la frammentazione del mercato unico digitale, agevolare l’innovazione, adottare una strategia europea dei dati, gestire i nuovi rischi. Con un aspetto centrale: l’armonizzazione delle regole e la vigilanza europea centralizzata possono giocare un ruolo essenziale nella competizione globale con Usa e Cina e nel futuro del settore finanziario europeo.

The digital finance package adopted by the European Commission consists of four very important proposals for regulations. The first two are dedicated to crypto-assets, Mica (Markets in Crypto-Assets regulation) and Pilot (pilot regime for market infrastructures based on Dlt technology). The Dora Regulation is dedicated to cyber-security in the financial sector, while on April 21st the proposal on Artificial Intelligence was presented. The objectives of the regulations are ambitious: to remove the fragmentation of the digital single market, to facilitate innovation, to adopt a European data strategy, to manage new risks. Harmonisation of rules and centralised European supervision can play an essential role in the global competition with the Us and China and for the future of the European financial sector.
CONTRIBUTI - Pronti contro termine, collateral e stabilità finanziaria / Repos, collateral and financial stability
I pronti contro termine sono divenuti lo strumento più utilizzato nel mercato monetario all’ingrosso, in conseguenza del crescente utilizzo del collateral a garanzia di un’ampia varietà di rapporti creditizi. Nel mercato monetario il notevolissimo sviluppo degli scambi nel segmento secured è progredito in parallelo con la contrazione degli scambi nel segmento unsecured. L’evoluzione osservata è stata favorita anche dalle norme che rafforzano la protezione giuridica del repo lender in caso di inadempienza della controparte, conosciute come safe harbor provisions. Le suddette norme sono state introdotte con l’intento di ridurre il rischio sistemico originato dai rapporti creditizi che intercorrono tra i diversi intermediari finanziari. L’articolo mette in dubbio la capacità delle safe harbor provisions di contrastare efficacemente il rischio sistemico, poiché il contagio tra intermediari può essere trasmesso anche dal collateral. In aggiunta le safe harbor provisions indeboliscono l’efficacia della disciplina di mercato e possono generare altri effetti indesiderati, in particolare nel caso dell’Eurozona.

Repurchase agreements became the most traded financial instrument in the wholesale money market, as a result of the growing use of collateral to support a wide range of credit operations. In the money market the explosion in trading volume observed in the secured segment went along with the tumble of trading in the unsecured segment. The reported trend in the money market was also favored by the rules that strengthen the legal protection granted to the repo lender in the event of the counterparty’s default, known as safe harbor provisions. The aforementioned rules were introduced with the aim of reducing the systemic risk originating from credit relationships between banks and other financial institutions. We question the ability of the safe harbor provision to effectively counteract systemic risk, since, once a crisis hits, lenders may simultaneously sell the assets held as collateral, depressing their prices and spreading contagion within the financial system. Moreover, we claim that safe harbor provisions weaken the effectiveness of market discipline and may originate other undesirable effects, particularly in the case of the Eurozone.
FORUM - Stocks’ liquidity and Environmental Performance / Liquidità delle azioni e performance ambientale
There is a rapidly growing interest of investors towards sustainable/green/Esg assets but, while there are several papers that study the relationship between the environmental performance of a company and its financial returns, there is very limited evidence on whether green assets are also more liquid. In this paper, we provide some evidence on this issue based on a sample of European listed firms. In particular, we use the bid-ask spread and the Amihud Illiquidity ratio as a measure of stocks liquidity and four different measures of «greenness»: emission intensity, Refinitiv E-Score and two novel indicators, a score and a classification index of firms into green/non-green/brown based on the clustering approach proposed in Bonagura et al. (2020). Using a panel data model, we show that green firms are more liquid and this result is significant after controlling for relevant confounding factors. Our findings are robust to different measures of liquidity, environmental performance and across different model specifications.

C’è un crescente interesse da parte degli investitori verso le attività finanziarie sostenibili/verdi/Esg ma, mentre i recenti contributi scientifici hanno finora studiato la relazione tra la performance ambientale di una società e i rendimenti che quest’ultima offre agli investitori, ci sono pochi studi che dimostrano le migliori condizioni di liquidità dei titoli «green». In questo articolo, forniamo un’evidenza su questo tema basandoci su un campione di società europee quotate. In particolare, misuriamo la liquidità dei titoli con il bid-ask spread e con l’indicatore di illiquidità di Amihud mentre utilizziamo quattro diverse misure di «greenness»: intensità carbonica, l’Environmental Score di Refinitiv e due nuovi indicatori, uno score e una classificazione delle società in tre gruppi (green, non-green e brown) basati sull’approccio di clustering proposto in Bonagura et al. (2020). Attraverso stime di modelli econometrici su dati panel, dimostriamo che le imprese verdi sono più liquide e questo risultato è significativo anche controllando per altre variabili rilevanti. I nostri risultati sono robusti rispetto a diverse misure di liquidità e di performance ambientale e utilizzando diverse specificazioni del modello.
SISTEMI GESTIONALI E RISCHI - L'intelligenza artificiale per lo sviluppo dei sistemi antiriciclaggio / Artificial intelligence and the development of Anti-Money Laundering systems
Le capacità dell'intelligenza artificiale di esaminare una grande quantità di dati e individuare fenomeni particolari suggeriscono nuove prospettive di sviluppo per i sistemi informatici antiriciclaggio che saranno perfezionati con nuove funzionalità e precisione dei risultati. La recente proposta di regolamento europeo elenca i rischi, le opportunità e le regole per l'utilizzo dell'Ia, al fine di evitare la discriminazione algoritmica.

Artificial intelligence's ability to examine a large amount of data and identify specific phenomena suggests new development prospects for Anti-Money Laundering systems that will be refined with new features and precision of the results. The recent European draft regulation lists the risks, opportunities and rules for the use of Ai, in order to avoid algorithmic discrimination.
CREDITO - La regolamentazione delle crisi bancarie: questioni aperte e prospettive / The regulation of banking crises: open issues and perspectives
Il volume di Giuseppe Boccuzzi Le crisi bancarie in Italia (2014-2020), recentemente pubblicato da Bancaria Editrice, è stato l'occasione per analizzare a fondo alcuni degli accadimenti più rilevanti degli ultimi anni e soprattutto per riflettere sul futuro delle regole di gestione delle crisi in Europa e sul completamento dell'Unione bancaria con la creazione di un sistema europeo di assicurazione dei depositi. Il seminario ha visto otto autorevoli esperti fornire una serie di proposte molto utili per disegnare il nuovo quadro. Semplificare le regole e snellire i processi, assicurare flessibilità nella gestione, ripensare il concetto di interesse pubblico, ridisegnare le norme per le piccole banche, rafforzare il ruolo dei fondi nazionali: sono alcuni degli spunti emersi dal dibattito, che saranno di grande rilievo nel processo attualmente in corso di riforma della normativa europea.

Giuseppe Boccuzzi's book Banking crises in Italy (2014-2020), recently published by Bancaria Editrice, was an opportunity to analyze in depth some of the most important events of recent years and above all to discuss the future of crisis management regulation in Europe and on the completion of the Banking Union with the creation of a European Deposit insurance system. The seminar saw eight leading experts provide a number of very useful proposals for drawing up the new framework. Simplifying the rules and streamlining processes, ensuring flexibility in management, rethinking the concept of public interest, redrawing rules for small banks, strengthening the role of national funds: these are some of the ideas that have emerged from the debate, which will be of great importance in the process of reforming European legislation.
CREDITO - Introduzione
CREDITO - Riformare le regole e garantire i depositi in Europa / New crisis regulation and European Deposit Insurance Scheme
CREDITO - Verso un giusto equilibrio tra nuove regole europee e soluzioni nazionali / Towards a balance between new European rules and national solutions
CREDITO - Piccole banche, interesse pubblico e armonizzazione delle procedure / Small banks, public interest assessment and harmonisation of procedures
CREDITO - Garantire stabilità finanziaria e proporzionalità, minimizzando gli oneri / Ensuring Financial stability and Proportionality, minimizing the burden
CREDITO - Regolazione, prevenzione e gestione delle crisi bancarie / Regulation, prevention and management of banking crises
CREDITO - Procedure efficaci, tempestive e flessibili per affrontare la complessità / Effective, timely and flexible procedures to address complexity
CREDITO - Dall'esperienza italiana le chiavi per riformare il sistema europeo / From the Italian experience the keys to reforming the European system
SEMESTRALI ABI AL 31 DICEMBRE 2020 - Indici
SEMESTRALI ABI AL 31 DICEMBRE 2020 - Gruppi
SEMESTRALI ABI AL 31 DICEMBRE 2020 - Banche



Ti potrebbe interessare anche