Bancaria n. 5/2021


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2021
Disponibilità
In uscita
Prezzo Copertina € 15,00
IVA assolta dall'editore

CONTRIBUTI - Ripresa dell’economia, Pnrr e distretti industriali: il ruolo delle banche / Italy’s Recovery plan, Industrial districts, and the boost for growth: the role of the banking sector
Il sistema delle filiere è l’infrastruttura produttiva, il motore dell’economia reale italiana. Esso costituisce la base di eccellenza su cui costruire le condizioni per portare a livelli elevati i ritmi di crescita dell’economia. Su di esso è necessario un investimento e il motore per accelerare, riversando i depositi nel settore produttivo, è rappresentato dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Davanti a questa prospettiva concreta di modernizzazione e di rilancio, Intesa Sanpaolo è pronta a portare il suo contributo nella realizzazione del «Progetto filiere», per collegare e rendere praticabili gli investimenti, l’erogazione dei fondi, la definizione dei processi nelle catene italiane del valore, con l’adesione di grandi, medie, piccole e microimprese fino alle start-up.

The supply chain system is the productive infrastructure, the engine of the Italian real economy. It is the basis of excellence on which to build the conditions for bringing the pace of economic growth to high levels. An investment is needed on it and the way to accelerate and bring deposits into the production sector is the National Recovery and Resilience Plan. Faced with this concrete perspective of modernization and relaunch of the country, Intesa Sanpaolo is ready to make its contribution in the realization of the «Supply Chain Project», to connect and make viable investments, the supply of funds, the definition of processes in the world of Italian value chains, with the accession of large, medium-sized, small and micro-enterprises up to start-ups.
CONTRIBUTI - Le iniziative regolamentari per il FinTech: a che punto siamo? / Regulatory initiatives for FinTech: the Italian and European framework
La digitalizzazione delle regole e dei processi è una sfida che riguarda tutto il sistema Paese e costituisce uno dei due pilastri del Pnrr. L’apertura di nuovi canali di dialogo con il mercato e l’utilizzo di strumenti innovativi offriranno ai regolatori e alle Autorità italiane l’opportunità di anticipare e orientare le trasformazioni in corso, garantendo la stabilità e la sicurezza del sistema e facendo in modo che lo sviluppo digitale del mercato e delle sue regole avvenga in modo sostenibile. Conciliare la tutela dei diritti e le nuove tecnologie, come cercano di fare le recenti proposte della Commissione su data governance e intelligenza artificiale, va nella giusta direzione di promuovere la fiducia del pubblico nell’innovazione e tutelare i valori e i principi del sistema giuridico europeo.

The digitization of rules and processes is a challenge for Italy and is one of the two pillars of the National Recovery and Resilience Plan. The opening of new channels of dialogue with the market and the use of innovative tools will offer Italian regulators and authorities the opportunity to anticipate and guide the ongoing transformations, ensuring stability and security so that the digital development of the market and its rules takes place in a sustainable way. Reconciling the protection of rights with new technologies, as seek the Commission’s recent proposals on data governance and artificial intelligence, is a step in the right direction to promote public confidence in innovation and to ensure the values and principles of the European legal system.
CONTRIBUTI - La politica monetaria della Bce dopo la pandemia: i principali interventi e i problemi aperti / Ecb’s monetary policy after the pandemics: main measures taken and open issues
Il lavoro esamina alcuni aspetti della politica monetaria della Bce dopo lo scoppio della pandemia del Covid-19. Dopo una descrizione dei principali provvedimenti assunti, viene prospettata una quantificazione dei loro effetti attraverso l’analisi dell’evoluzione del bilancio della banca centrale. La politica monetaria ha assunto dimensioni considerevoli, ma la situazione molto grave dell’economia rende necessario che essa continui a rimanere espansiva e che a essa si accompagni l’uso di altre politiche. È anche necessario che la Bce compia passi in avanti nella revisione strategica della politica monetaria che ha più volte annunciato di voler fare. La revisione non dovrebbe limitarsi alle modalità di fissazione dell’obiettivo di stabilità dei prezzi ma dovrebbe considerare altri importanti aspetti, in primo luogo contrastare l’emergenza climatica.

This note deals with some aspects of monetary policy undertaken by the Ecb after the outbreak of the Covid-19 pandemics. After a description of the main monetary policy measures, some quantifications of their effects is presented through the analysis of the evolution of the central bank’s balance sheets.The dimension of monetary policy impulse is indeed quite important, but the deep recession of the economy requires a continuation of the monetary expansion, and a coordination with other policies is also important. The Ecb should also present as soon as possible the strategic revision of its monetary policy which has been announced to the markets. The revision should not be limited to the important issue of definition of price stability but should also consider other goals, first of all the policies to tackle the climatic emergency.
FORUM - Foreign vs local banks in Central and South East Europe: the impact of the funding structure on the credit channel / Banche estere vs locali nei paesi dell’Europa centrale e sudorientale: l’impatto della struttura dei finanziamenti sul credito
This paper tries to empirically assess the impact of the Funding structure of banks on the Credit channel in Central and Southeastern European region, examining the different behaviors between Foreign vs Domestic banks. We distinguish between various forms of funding: customer deposits, wholesale funding, Tier1 and Tier2 capital. From a policy market point of view, it is important to understand whether banks count more on high quality funding such as deposits or Tier1 capital, or supplementary capital, such as Tier2. We find that both Foreign and Domestic banks in the region rely on customer deposits and wholesale funding for credit growth, also due to the dominating business model, retail banking. Foreign banks use Tier1 capital as a buffer to increase their lending, while Domestic banks Tier1 shows a negative correlation with credit growth. In this case, rather than a buffer, Tier1 might serve as an incentive device to make banks more cautious about investing in risky activities, due to the difficulties these banks encounter in raising high quality capital, compared to their foreign counterparts.

Questo paper cerca di valutare empiricamente l'impatto della struttura di funding delle banche sul credito nei paesi dell’Europa centrale e sudorientale, e le differenze tra le banche estere e quelle domestiche. Consideriamo diverse forme di funding: depositi dei clienti, finanziamenti all'ingrosso, capitale Tier1 e Tier2. Dal punto di vista delle politiche, è importante capire se le banche contano di più su finanziamenti di alta qualità come depositi e Tier1, o capitale supplementare come Tier2. Scopriamo che sia le banche domestiche che quelle estere nella regione si affidano ai depositi dei clienti e ai finanziamenti all'ingrosso per la crescita del credito, anche a causa del modello di business dominante, il retail banking. Le banche straniere utilizzano il Tier1 come cuscinetto per aumentare i prestiti, mentre il Tier1 per le domestiche mostra una correlazione negativa con la crescita del credito. In questo caso, piuttosto che come cuscinetto, Tier1 potrebbe fungere da strumento di incentivazione per rendere le banche più caute nell’investire in attività rischiose, data la difficoltà che esse incontrano nella raccolta di capitale di alta qualità, rispetto alle loro controparti estere.
SCENARI - Le banche e la difficile arte di previsione degli scenari. Ispirandosi a Tiziano Terzani / Banks and the difficult art of forecasting scenarios. Inspired by Tiziano Terzani
I modelli di previsione devono poggiare su basi solide: è una lezione che affonda le radici in epoche remote, nell’attività di indovini e veggenti, in particolare nel continente asiatico. Ma la mentalità previsiva si sta diffondendo anche in Occidente, in campo economico e in particolare nel fare banca. La supervisione bancaria ha sempre più carattere forward looking, chiede cioè alle stesse banche vigilate di elaborare le proprie aspettative sull’evoluzione delle principali variabili economiche e finanziarie, guidate solo in parte dalle Autorità centrali. È importante, per elaborare efficaci scenari di previsione, l’adozione di adeguati modelli sempre più affinati per delineare il profilo evolutivo delle principali variabili economiche e finanziarie e anticipare eventuali crisi.

Forecasting models must be based on solid foundations: this is a lesson that has its roots in ancient times – in the activity of fortune-tellers and seers, especially regarding the Asian continent. This forecasting mentality is now spreading in the West in the economic field and in particular with regard to banking. Banking supervision has increasingly become forward-looking – that is, it asks the supervised banks themselves to develop their expectations relating to the evolution of key economic and financial variables guided only in part by central authorities. In order to develop effective forecasting scenarios, it is important to adopt adequate models that are increasingly refined to outline the evolutionary profiles for the main economic and financial variables which are able to anticipate any crises.
FISCO E TRIBUTI - Restyling completo per l’Ivafe: modifiche e dubbi sui prodotti finanziari detenuti all’estero / Complete restyling for the Italian taxation on financial products held abroad
L’imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe), istituita a decorrere dal periodo di imposta 2012, ha inteso rispondere anche ad esigenze di coerenza del sistema assoggettando tali attività a modalità di tassazione analoghe a quelle applicate alle attività detenute in Italia. Successivamente, questa imposta ha subito una serie di modifiche con riguardo all’ambito di applicazione sia soggettivo che oggettivo al duplice scopo di allineare questo prelievo a quello che gli investitori subiscono attraverso l’imposta di bollo sostitutiva e di risolvere alcune problematiche che l’Ivafe aveva sollevato nella sua applicazione pratica.

The Italian tax on the value of financial assets held abroad (Ivafe), established in 2012, was intended to subject these assets to taxation methods similar to those applied to assets held in Italy. Subsequently, this tax underwent a number of changes with regard to both the subjective and objective scope of application, with the dual aim of aligning this levy with that which investors suffer through stamp duty and of resolving some of the problems that Ivafe had raised in its practical application.
TEMI LEGALI - Assegni e antiriciclaggio: l’esigenza di un ripensamento / Cheques and anti-money laundering: the need for a reconsideration
Non può certo negarsi che gli assegni – al pari di ogni altro strumento di pagamento – possano essere usati come veicoli di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo. Ma occorre interrogarsi sul livello di rischio concretamente insito nel loro utilizzo, specie di fronte allo sviluppo del sistema dei pagamenti, che offre la possibilità di trasferire valori monetari online, anche in modo anonimo, tramite operatori e piattaforme che si sottraggono alle giurisdizioni nazionali. Sembra quindi opportuno rimuovere gli eccessivi vincoli che, a livello nazionale, ostacolano il ricorso a un mezzo di pagamento tradizionale, ancora idoneo a soddisfare le esigenze di una vasta platea di utenti e il cui rischio di utilizzo a fini illeciti può considerarsi contenuto e contrastabile con gli strumenti di controllo ordinari a disposizione delle competenti autorità.

It cannot be denied that cheques – like any other payment instrument – can be used as vehicles for money laundering and terrorist financing. But we must ask ourselves about the level of risk inherent in their use, especially in the face of the development of the payment system that offers the possibility of transferring monetary values online, even anonymously, through operators and platforms that evade national jurisdictions. It therefore seems appropriate to remove the excessive constraints which, at national level, hinder the use of a traditional means of payment, which is still capable of meeting the needs of a wide range of users and whose risk of use for illegal purposes may be considered limited and can be countered by ordinary control instruments available to the competent authorities.
SISTEMI GESTIONALI E RISCHI - La digitalizzazione dei processi di reporting nelle banche. Gli impatti attesi dall’adozione del protocollo Xbrl / The digitization of financial reporting in the banking industry. The expected impacts of Xbrl
Il lungo processo verso la trasparenza e l’armonizzazione dell’informativa finanziaria per le società quotate della Ue ha portato a prevedere, con il Regolamento Esef, l’obbligo di redigere le Relazioni Finanziarie consolidate utilizzando le tecnologie Xhtml e iXbrl. A partire dall’esercizio 2021, anche per i gruppi bancari italiani quotati il protocollo Xbrl si impone come standard unico per la reportistica finanziaria. Obiettivo del lavoro è rappresentare il lungo processo di transizione verso la digitalizzazione dell'informativa finanziaria e definire gli aspetti funzionali e applicativi che hanno reso Xbrl lo strumento più diffuso su scala planetaria. Sono inoltre indagati i potenziali benefici derivanti dalla digitalizzazione dei processi di reporting a fini gestionali.

The long process towards transparency and the harmonization of financial information for listed companies in the Eu has led to the obligation to draft consolidated financial reports using Xhtml and iXbrl technologies with the Esef Regulation. Starting from financial year 2021, even for listed Italian banking groups, the Xbrl protocol is established as the single standard for financial reporting. The paper intends to describe the long transition process towards the digitization of financial reporting and to illustrate the functional and application features that made Xbrl the most widespread standard for accounting, financial and non-financial reporting worldwide. Further, the potential benefits stemming from the utilization of Xbrl in the financial reporting supply chain, which to date are still partially unexplored, have also been investigated.
CREDITO - Le previsioni sull’impatto del Covid-19 sulle aziende e la resilienza dei diversi settori in Italia / Forecasting the impact of Covid-19 on companies and the resilience of the different sectors in Italy
Il quadro congiunturale derivante dalla pandemia Covid-19 è caratterizzato da un’elevata eterogeneità degli effetti sia a livello settoriale, sia per singola impresa. Lo shock sta infatti producendo, e continuerà a produrre nel prossimo biennio, effetti fortemente differenziati in funzione del diverso impatto delle chiusure nei differenti tipi di produzione, delle stagionalità del business, del rischio di obsolescenza dei prodotti e del grado di dipendenza da costi fissi quali affitti, canoni di leasing o oneri finanziari. Il crollo del fatturato del 2020 non verrà recuperato interamente nel 2021 e sarà necessario attendere il 2022 per tornare ai livelli pre-crisi di fatturato, mentre la marginalità operativa di diversi comparti economici rimarrà ben al di sotto dei livelli pre-crisi anche nel 2022.

The economic picture resulting from the Covid-19 pandemic is characterized by a high heterogeneity of effects both at sectoral level and per company. The shock is producing, and will continue to produce in the next two years, highly differentiated effects depending on the different impact of closures due to different types of production, the seasonality of the business, the risk of product obsolescence and the degree of dependence on fixed costs such as rents, lease fees or financial charges. The 2020 revenue slump will not be fully recovered in 2021 and it will be necessary to wait until 2022 to return to pre-crisis levels of turnover, while the operating margin of different economic sectors will remain well below pre-crisis levels also in 2022.
FINANZA - Le cambiali finanziarie in Italia: nuovo canale di raccolta per le banche e opportunità per gli investitori professionali / Italian commercial papers: a new funding channel for banks and an opportunity for institutional investors
Il mercato europeo delle cambiali finanziarie è già attivo e un ambiente italiano esiste già per accogliere e stimolare lo sviluppo di questo prodotto, che può arricchire il portafoglio di strumenti di funding a disposizione delle banche italiane. Se i mercati e le infrastrutture sono pronte ad accogliere le cambiali finanziarie e le banche italiane iniziano a sperimentarle, l’elemento di debolezza appare a oggi la carenza di investitori domestici, a differenza ad esempio del mercato francese, popolato da fondi monetari e da fondi alternativi specializzati.

The European market for commercial papers is already active and an Italian environment already exists to welcome and stimulate the development of this product, which can enrich the portfolio of funding instruments available to Italian banks. If the markets and infrastructure are ready to accept commercial papers and Italian banks begin to experiment with them, the weakness appears to be the shortage of domestic investors to date, unlike, for example, the French market, populated by Monetary Funds and specialized Alternative Funds.
BANCHE, STORIA E CULTURA - Il Credito Italiano nei difficili anni Venti e Trenta
LIBRI - Per un’Italia aperta e occidentale nell’Europa libera



Ti potrebbe interessare anche