Bancaria n. 3/2017


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

EditoreBancaria Editrice
Anno2017
DisponibilitàDisponibile
Prezzo Copertina €15,00
IVA assolta dall'editore

CONTRIBUTI - Gli esami non finiscono mai. Il nuovo Fit & Proper Test per gli amministratori bancari alla prova della fattibilità / The new Fit & Proper test for Bank directors: is it feasible?
Le nuove norme in materia di criteri di idoneità degli amministratori e dei Board bancari, poste in consultazione da Eba ed Esma a fine 2016, mirano a innalzare i requisiti di conoscenza, competenza ed esperienza e a rendere più analitico e strutturato il relativo processo di valutazione. Dal dibattito scaturito a seguito della consultazione emergono luci e ombre del nuovo approccio proposto dai regolatori europei. Lo spirito della norma è certamente condivisibile, ma sul piano della rappresentazione formale e delle ricadute operative dei criteri e del processo di valutazione proposti emergono, invece, diversi elementi di perplessità e di difficoltà interpretativa.

Eba and Esma launched a consultation on Guidelines on the Assessment of the Suitability of the Members of Management Body and Key Function Holders in order to provide common criteria to assess the individual and collective knowledge, skills and experience as well as the good repute, honesty and integrity, and independence of mind. The debate emerging from the consultation shows some critical aspects of the new European regulation which, in particular, may generate difficulties in application and imbalances between different national systems.
CONTRIBUTI - Il sistema monistico nelle banche. Riflessioni e prime esperienze in una logica organizzativa / The one-tier governance system: the efficiency of a new model and the application to an Italian banking group
La letteratura e alcune indagini empiriche forniscono elementi che portano a considerare il modello monistico come un modello che consente di perseguire una maggiore efficienza nello svolgimento delle funzioni attribuite agli organi societari, centralizzando la supervisione strategica, la responsabilità gestionale e quella dei controlli in un unico organo. Le difficoltà di implementazione di un modello che è nuovo rispetto al contesto italiano sono da ricondurre in parte al quadro normativo, sia civilistico sia prudenziale, ma anche alla capacità concreta di dargli una interpretazione in una realtà in cui esso rappresenta una novità.

The one-tier governance system, put in place by Intesa Sanpaolo since 2016, centralises the strategic supervision and management roles in a single body, ensuring the efficiency and the effectiveness of control functions and immediacy in the flow of information, thus improving performances and saving time and costs.
FORUM - Le decisioni nel credito alle Pmi: sono più corrette le informazioni quantitative o relazionali? / Right and wrong lending decisions: are they predictable?
Utilizzando un dataset proprietario di linee di credito erogate a piccole-medie imprese (Pmi) tra il 2012 e il 2014, l’obiettivo del paper è capire come l’informazione di tipo hard e soft possa influenzare la correttezza e la probabilità di errore nelle decisioni di affidamento assunte da un campione di banche di credito cooperativo (Bcc). I due tipi di informazione hanno un ruolo complementare nell’influenzare la decisione di prestito finale della banca. L’informazione di tipo quantitativo appare più consistente nel condizionare la correttezza delle decisioni di prestito cosi come quella di evitare gli errori di valutazione. Al contrario, l’informazione di tipo relazionale produce risultati diversi nel tempo e nello spazio. Proprio per questa ragione forme di finanziamento basate sul relationship lending, a seconda del contesto, possono generare decisioni di finanziamento sia corrette sia errate.

Using a proprietary database of lending decisions for small and medium-sized enterprises (Smes), the aim of the paper is to understand how hard and soft information affect the correctness as well as the probability of errors within the loan decisions for a sample of cooperative banks (Cbs). The two types of information play a complementary role in defining the bank loan final decision. Hard information appear more consistent in conditioning the correctness of loans decisions as well as to avoid errors. On the contrary, the relationship lending information generates different results over time and across space. In this sense, according to different scenarios, a lending relationship-based technology may generate both correct and wrong loan’s decisions.
SCENARI - L’avvio di una strategia nazionale dell’educazione finanziaria in Italia / Towards a national strategy for Financial Education in Italy
L’adozione di una vera e propria strategia nazionale dell’educazione finanziaria in Italia non è più procrastinabile. L’auspicio è che il tema trovi la giusta attenzione presso i policy makers, anche alla luce della complementarità tra competenze finanziarie e strumenti di tutela del risparmiatore. Un utile supporto, in tal senso, viene dall’Ocse che ha tracciato i passaggi fondanti di una strategia nazionale nell’ambito di linee guida che sono uno standard accettato nella comunità internazionale.

Awareness of the importance of financial education is growing among policy makers in economies all around the world and also in Italy. The Oecd has provided guidelines to help policy makers designing and implementing national strategies for financial education.
FISCO E TRIBUTI - L’ampliamento degli Stati white list e gli impatti sulla fiscalità finanziaria / The broadening of white listed countries and the consequences for Italian tax framework
Con un decreto del Mef dell’agosto 2016 è stato aggiornato e ampliato l’elenco dei paesi con i quali l’Italia ha un adeguato scambio di informazioni a fini fiscali (white list). Il provvedimento, che impatta sull’attività di operatori e intermediari, riguarda le norme relative sia agli Stati white list che a quelli aderenti allo spazio economico europeo e rappresenta un significativo passo in avanti sulla strada della collaborazione internazionale in materia fiscale, dell’apertura dei mercati e delle possibilità di intermediazione finanziaria.

In 2016, the Italian Government approved a decree broadening the list of jurisdictions that allow an adequate exchange of information with Italy (the so-called white list). The increase in the number of white listed countries implies favorable consequences from a tax perspective and for international fiscal cooperation.
SISTEMI GESTIONALI E RISCHI - Il ruolo della Business Model Analysis nell’ambito del processo Srep / Banks, sustainability and risks: the role of Business Model Analysis
Il processo Srep ha introdotto elementi di novità nell’approccio alla valutazione del profilo di rischio complessivo delle banche, definendo una metodologia rivolta all’analisi delle prospettive future di medio termine. L’elemento che consente di realizzare questo nuovo tipo di prospettiva è la Business Model Analysis che è dedicata all’analisi della sostenibilità futura del modello di business, sia in relazione alle dinamiche macroeconomiche e di mercato, sia con riferimento agli aspetti di vulnerabilità di ogni banca. Il cambio di paradigma nell’approccio alla vigilanza ha determinato per le banche la necessità di strutturarsi per definire meccanismi e processi efficienti per la gestione dell’interfaccia con il supervisore unico europeo.

The Business Model Analysis is a pillar of the Supervisory Review and Evaluation Process (Srep): it consists of a comprehensive analysis of banks’ business models to assess their viability and sustainability, and to score related risks. To meet supervisory expectations embedded in the Srep approach, banks must upgrade their Strategic-planning process.
TECNOLOGIE - Banche, «pensare come Google»? / Digital scenarios, banks and Fintech in a brave new world
La digitalizzazione è l’elemento che può aprire nuovi scenari per le banche entro il 2020, portando nelle strutture una mentalità agile e processi di innovazione bottom-up. Si tratta in ogni caso di una sfida in cui il fattore chiave è la rapidità di cambiamento, cioè quanto velocemente le banche sapranno ripensarsi per cogliere in tempo i vantaggi della digitalizzazione senza subirne gli effetti. Un recente rapporto di McKinsey traccia i principali scenari dell’evoluzione in corso sui rapporti tra banche e Fintech e sugli impatti del digitale.

Digitization can open new scenarios for banks by 2020, bringing an innovative way of thinking and bottom-up innovation processes. It is a challenge in which the key factor is how fast banks will react to the increasing pressure of digitization, through a reorientation towards the customer and the digital environment and a renewal of skills and capabilities. A recent McKinsey Report gives new insight on the relationship between banks and Fintech companies and on the future impact of digitization.
LAVORO - Coniugare principi condivisi di matrice etica e comportamentale con l’idea moderna di banca / Commercial policies and work organization: the new agreement in the Italian banking sector
L’Accordo nazionale su politiche commerciali e organizzazione del lavoro, sottoscritto l’8 febbraio 2017 dall’ABI e dalle Organizzazioni sindacali, guarda alle politiche commerciali delle banche ponendo al centro i valori etici fondamentali e la cultura delle regole. L’obiettivo è quello di contribuire alla costruzione di un clima di maggior fiducia nei rapporti tra banche, clienti e lavoratori, accogliendo in una prospettiva comune interessi e aspettative di tutti gli stakeholder: l’esigenza dei clienti di un rapporto chiaro e trasparente, il rispetto della professionalità dei lavoratori, il legittimo perseguimento di obiettivi di redditività/produttività delle banche.

A National Agreement on Commercial Policies and Work Organization has been signed in Rome between ABI and the banking sector's Trade Unions. The Agreement defines a number of innovative initiatives to reaffirm the strong belief in the ethical values that must be of inspiration in shaping the relationship between the banking world, its personnel and its customers.
BANCHE, STORIA E CULTURA - Luigi Einaudi, il rigore morale del suo insegnamento
BANCHE, STORIA E CULTURA - Luigi Einaudi, l’etica del fare, dell’impegno e della responsabilità
BANCHE, STORIA E CULTURA - La banca nel pensiero di Luigi Einaudi
BANCHE, STORIA E CULTURA - La lezione di Luigi Einaudi: «prediche inutili?»
BANCHE, STORIA E CULTURA - Luigi Einaudi, il rigore intellettuale e la narrazione
LIBRI - La crisi dell’Occidente tra finanza e geopolitica
MONITORAGGIO ISTEIN - ISTITUTO EINAUDI - Regolamentazione finanziaria in Europa febbraio-marzo 2017



Ti potrebbe interessare anche