Italia 2020:Finanza e Ict per L'Agenda Digitale


 

a cura di: Paolo Garonna, Stefano Parisi

EditoreBancaria Editrice
Anno2013
Pagine124
ISBN978-88-449-0977-2
DisponibilitàDisponibile
Prezzo di copertina€26,00
Prezzo Internet Sconto 10% €23,40
IVA assolta dall'editore

QUANTITÀ PREZZO
Da 5 a 9 pezzi €23,40
Da 10 a 29 pezzi €20,80
Da 30 pezzi €18,20
Presentazione

«Quella che definiamo ormai tutti «Agenda Digitale» è tema talmente centrale per lo sviluppo del Paese che va al di là degli interessi specifici della partnership che abbiamo avviato tra industria dell’ICT e comparto finanziario. Tutti avremmo e avrebbero un grande vantaggio se questo Paese fosse molto più «digitale». (…)
Dobbiamo far sì che la Pubblica amministrazione divenga sempre più digitale con un vantaggio straordinario sia in termini di costi, e quindi di efficienza, sia in termini di penetrazione, rendendo la tecnologia digitale necessaria e indispensabile per tutte le famiglie e le imprese italiane. (…)
Il secondo ambito di collaborazione che riteniamo fondamentale riguarda lo sviluppo dei servizi, sempre in un’ottica pre-competitiva: spingere i modelli di innovazione all’interno del mondo dei servizi. Più il sistema bancario, finanziario e assicurativo spingono nella direzione di offrire servizi ai cittadini e alle imprese sul web, utilizzando le tecnologie digitali, come il «mobile», più si allarga la conoscenza e l’attitudine del nostro Paese a valersi di questi strumenti. (…)

C’è una terza area importante per la nostra partnership, che riguarda la finanza per l’Agenda Digitale. Essa rappresenta un’altra questione centrale perché l’industria bancaria e finanziaria nazionale può diventare interprete della natura dell’industria ICT nella sua evoluzione verso l’innovazione tecnologica, lo sviluppo, l’internazionalizzazione, a partire dalle imprese consolidate fino al venture capital e alle startup. Se la collaborazione tra i due comparti si realizza appieno, essa può davvero diventare una delle leve principali in grado di generare crescita e sviluppo. (…)
Perché l’Agenda Digitale non sia solo un libro di belle intenzioni e pii desideri. Perché essa sappia approfittare e valorizzare le straordinarie risorse materiali e immateriali di cui il nostro Paese continua ad essere ricco».

(dalla Introduzione di P. Garonna e S. Parisi)

Sommario
 
1. INTRODUZIONE
La partnership tra industria finanziaria e industria ICT per la modernizzazione del Paese
2. IL QUADRO ANALITICO E DI POLICY

2.1 Banche e imprese: appuntamento tra le nuvole. Un “cloud di sistema” per rifondare i processi finanziari dell’economia italiana
 
2.2 La rivoluzione digitale e gli impatti sulle aziende del Finance
 
3.1 Le azioni necessarie per promuovere l’innovazione
 
3.2 Il contributo del sistema bancario alla digitalizzazione del Paese
 
3.3 Il nuovo stile dell’Information Technology
 
3.4 I presupposti per lo sviluppo di un mercato assicurativo digitale
 
3.5 Lo sviluppo dell’Information Technology nella Pubblica Amministrazione
 
3.6 Il venture capital e il finanziamento di iniziative tecnologiche
 
3.7 Banche e imprese insieme per la crescita digitale
 
3.8 Il ruolo dell’Agenzia per l’Italia Digitale: l’esperienza dei Fondi High Tech
 
3. CONTRIBUTI

4. IL PUNTO DI VISTA DI

4.1 L’industria bancaria
 
4.2 L’industria assicurativa
 
4.3 L’industria del risparmio gestito
 
5. Quale Road Map?
La testimonianza di Giovanni Pirovano
VICEPRESIDENTE ABI
Lista degli autori
 
Lista delle pubblicazioni FeBAF più recenti
 



Ti potrebbe interessare anche