Bancaria n. 9/2017


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2017
Disponibilità
Disponibile
Prezzo Copertina €15,00
IVA assolta dall'editore

CONTRIBUTI - Fisiologia e patologia del risk management nel settore bancario. Troppa normativa rischia di soffocare il business? / Risk management in the banking sector: too much regulation risks to strangle the business?
Il risk management è la funzione che nelle banche ha vissuto il processo evolutivo più intenso negli ultimi decenni. Il suo ruolo è diventato sempre più pervasivo nell’ambito della gestione degli intermediari finanziari, modificando in maniera profonda e duratura i processi strategici e decisionali, il monitoraggio del portafoglio crediti, il sistema delle deleghe, il pricing dei prestiti, la valutazione della performance e dell’adeguatezza patrimoniale. Questa evoluzione del risk management e, più in generale, del sistema dei controlli nelle banche è stata accompagnata e spesso trainata dagli intensi cambiamenti nell’impianto regolamentare e di vigilanza prudenziale. La nuova gestione dei rischi bancari presenta indubbi pregi e punti di forza, ma anche criticità e problematiche aperte che - se non gestite adeguatamente - rischiano di vanificare gli sforzi mirati a rendere il settore creditizio solido, efficiente ed efficace nel sostegno all’economia.

Risk management changed deeply in the banking sector during the last decades, affecting the organizations at many different levels. This evolution was both accompanied and pushed by regulation that became more and more detailed and complicated. The new modus operandi presents clear advantages compared to the past, but also a few critical spots that need to be properly managed.
CONTRIBUTI - Il declino della grande impresa privata e la resistenza dell’impresa pubblica in Italia negli ultimi 20 anni / Private groups and State-owned enterprises in Italy in the last 20 years
Lo sviluppo italiano nell’ultimo dopoguerra è stato caratterizzato dalla crisi delle grandi imprese private, derivata da errori gestionali, dalla preferenza accordata alle operazioni finanziarie, dagli insufficienti livelli di innovazione derivanti da basse spese in ricerca e sviluppo, dall’emergere di nuove medie imprese. Al declino della grande impresa privata ha corrisposto, al contrario, una resistenza delle imprese pubbliche per le quali si pone un problema di utilizzo conveniente, nel contesto di politiche attive di sviluppo, di innovazione tecnologica e di una governance efficiente da parte dello Stato.

Italian growth in the post-war period was characterized by the crisis of large-scale private enterprises, due to management errors, the preference accorded to financial operations, insufficient levels of innovation, and the emergence of a new class of medium-sized businesses. The decline of large private enterprises has been accompanied by the resilience of State-owned enterprises for which there is a problem of efficiency, technological innovation and sound governance by the State.
CONTRIBUTI - Il ritorno dello Stato azionista / The State-entrepreneur is back, but goals and rules are needed
Negli anni Novanta la ritirata dello Stato dall’economia veniva considerata la premessa per uno sviluppo più forte, maggiore efficienza, meno corruzione. Nel 2017, un quarto di secolo dopo la trasformazione degli enti pubblici economici in Spa, lo Stato ritorna, ma a questo ritorno non ha corrisposto un rilettura critica delle privatizzazioni e un pensiero strategico per il futuro, e si pongono quindi problemi di finalità, di regole e di limiti.

In the 1990s, the withdrawal of the State from the economy was considered the premise for stronger development, greater efficiency, less corruption. In 2017, a quarter of a century after the transformation of State-owned enterprises, the State returned, but a critical review of privatizations is lacking and goals, strategies, rules and limits are strongly needed
FORUM - Le esposizioni sovrane nei bilanci delle banche europee: quali effetti sistemici dalle proposte di riforma? / Banks’ sovereign exposures in Europe: the systemic effects of proposed regulation
L’importanza dell’operatività in titoli di Stato da parte delle banche e i rischi da esse assunti pongono numerosi interrogativi circa l’utilità/necessità di una eventuale rivisitazione dell’attuale regolamentazione. Questo lavoro ha l’obiettivo di interrogarsi sui possibili scenari che si verrebbero a creare nel caso di cambiamenti nel trattamento regolamentare dei bond sovrani in Europa. Nella prima parte vengono analizzate le proposte di riforma delle attuali regole avanzate dalle Autorità europee, nonché altre proposte che hanno come obiettivo la riduzione del circolo vizioso tra investimenti delle banche in titoli sovrani e rischi degli emittenti sovrani. Nella seconda parte, si approfondiscono le implicazioni che deriverebbero dal cambiamento delle regole attuali. L’analisi non si limita perciò a guardare ai possibili impatti quantitativi sui bilanci delle banche, ma considera anche, in termini critici, sia la gestione delle singole banche, sia gli squilibri per il sistema finanziario, con conseguenze sull’economia.

The growing importance of sovereign bonds in bank assets and the hypotheses of a new regulation in the Eu are posing complex questions. The paper analyzes the recent proposals of the European authorities and the possible impact of the new regulation not only on bank balance sheets, but also the imbalances for the financial systems and economic activity.
SISTEMI GESTIONALI E RISCHI - Un modello evolutivo nella gestione dei rischi operativi: i controlli permanenti periferici / Operational risks and local permanent controls
Lo sviluppo, nell’ambito del sistema dei Controlli Interni, di un impianto orientato all’attuazione dei controlli di rete sui rischi operativi ha puntato a incrementare la qualità dei processi operativi quale pre-requisito per il futuro contenimento dei costi, integrando e coordinando le principali attività di controllo delle funzioni di 1° livello e le esigenze di verifica delle funzioni di controllo di 2° livello. I risultati ottenuti hanno confermato i benefici sia in termini qualitativi che economici.

The development, within the internal controls system, of a network-oriented operational risks’ control system has aimed to increase the quality of operational processes as a prerequisite for future cost reduction, through the integration and co-ordination of the three lines of defense framework. The results obtained have confirmed the benefits in both qualitative and economic terms.
CREDITO - Il credito nel settore immobiliare e delle costruzioni: verso un nuovo equilibrio / Construction industry and bank loans in Italy: towards a new equilibrium
Il settore delle costruzioni ha subito gli effetti più negativi conseguenti alla crisi: caduta della produzione, chiusura di molte imprese, esplosione delle sofferenze. Il comparto, caratterizzato dalla prevalenza di imprese piccole e medie, spesso sottocapitalizzate e con una debole cultura finanziaria, mantiene però un ruolo chiave per l’economia e l’occupazione in Italia. È quindi importante favorire la crescita degli strumenti di pianificazione finanziaria e della cultura delle imprese, per affacciarsi in modo nuovo al credito. Ad esempio dimostrando la propria idoneità attraverso collaterali a garanzia dei cash flow e con un rafforzamento del Fondo di garanzia Pmi.

Construction industry makes an important contribution to the Italian Gdp, as well to employment. However, during the recent crisis, the sector fell into a deep downturn, for a mix of factors: the production decline, the small size of enterprises, the increasing level of Npls, the lack of a financial culture. Nonetheless, the sector still maintains a key role for the economy in Italy. It is therefore important to foster the growth of financial planning and business culture in the sector, in order to establish a new credit relation.
BANCHE, STORIA E CULTURA - Quando nasce la globalizzazione? Il caso dei commerci a lunga distanza della Mesopotamia
LIBRI - Antonio Confalonieri. Studioso, banchiere, gentiluomo



Ti potrebbe interessare anche