IFRS 9, IFRS 15 e IFRS 16: impatti sul bilancio delle banche


In sintesi

Il corso delinea gli aspetti chiave dei principi contabili IFRS 9 e IFRS 15 applicati ai bilanci bancari dal 2018, evidenziando le principali soluzioni adottate dalle banche italiane, nonché del principio contabile IFRS 16, dopo il primo anno di impatto sul bilancio

Target

Responsabili e specialisti esperti dei servizi contabilità, bilancio e delle aree pianificazione e controllo, internal audit, sistemi informativi.

Obiettivi

Il corso consente di acquisire le conoscenze utili a:

  • Individuare i requisiti del principio IFRS 9 in tema di contabilizzazione e valutazione degli strumenti finanziari, evidenziando la “lessons learned” delle banche
  • Individuare le novità introdotte dal principio IFRS 15 in tema di riconoscimento dei ricavi per la vendita di beni e servizi non finanziari e le relative modalità applicative
  • Descrivere le principali novità introdotte dal nuovo principio contabile IFRS 16 sulle operazioni di Leasing alla luce della prima applicazione.
Data
Dal 26/27 marzo 2020
Anno
2020
Richiedi informazioni

Presentazione

Il processo di modifica dei principi contabili internazionali, che ha portato negli ultimi anni a rivedere i criteri di rilevazione e misurazione degli strumenti finanziari, dei ricavi da commissioni e delle operazioni di leasing, ha generato diversi dubbi interpretativi, contabili, fiscali e di vigilanza, sulle modalità applicative da porre in essere. Il corso delinea gli aspetti chiave dei principi contabili IFRS 9 e IFRS 15 applicati ai bilanci bancari, evidenziando le principali soluzioni adottate dalle banche italiane nel percorso di transizione, anche alla luce delle evoluzioni attese in tema di “New Definition of Default” e di “Calendar Provisioning”. Il corso termina con l’analisi delle soluzioni adottate dalle banche nella first time adoption del nuovo principio contabile IFRS 16 “Leasing”.

 

PRIMO MODULO

  • IFRS 9: La classificazione e la misurazione degli strumenti finanziari
  • Le regole di classificazione delle attività finanziarie
  • I principi base dell’IFRS 9: costo ammortizzato e fair value
  • Il modello di business della banca e gli impatti sui portafogli titoli e crediti
  • I flussi di cassa contrattuali e l’applicazione pratica del test SPPI
  • Il “benchmark test”
  • Gli strumenti derivati e i derivati impliciti
  • Le passività finanziarie: classificazione e misurazione
  • Le regole di derecognition e riclassificazione
  • IFRS 9: L’impairment delle attività finanziarie
  • Il modello dei “tre stage”
  • I criteri di trasferimento fra gli stage
  • La misurazione delle perdite attese
  • Lo sviluppo dei parametri creditizi
  • Il modello di impairment semplificato: leasing e crediti commerciali
  • Il confronto fra le regole di vigilanza e il modello di impairment contabile
  • Il regime transitorio per mitigare gli impatti sui fondi propri

SECONDO MODULO

  • IFRS 15: I ricavi da contratti con la clientela
  • Il modello contabile dell’IFRS 15 per il riconoscimento dei ricavi
  • L’applicazione del “modello a 5 step”
  • Le novità dell’IFRS 15 applicate ai servizi bancari
  • Le altre linee guida applicative
  • Le problematiche implementative e gli impatti sul mondo bancario
  • IFRS 16: I contratti di Leasing
  • La nuova definizione di “leasing”: il diritto di utilizzo del bene
  • Il modello contabile dell’IFRS 16 per la contabilizzazione dei contratti di leasing nei bilanci dei locatari
  • L’applicazione pratica ai contratti tipici del settore bancario
  • Le operazioni di sale & leaseback e di sublocazione
  • Le problematiche implementative e gli impatti attesi dalla first time adoption

Elisa Isacco
e.isacco@abiservizi.it
06.6767.517