Attualmente sei su:

La banca diretta

Comportamenti e aspettative dei clienti tra banca online e banca tradizionale

di Massimo Caratelli, Umberto Filotto, Fabrizio Fornezza, Paolo Mottura, Emanuela Prandelli, Chiara Saibene, Laura Salvadori, Cristina Zocchi

a cura di Umberto Filotto

Guarda l'intervista a Umberto Filotto »
Editore Bancaria Editrice 
Anno 2014 
Pagine 116 
ISBN 978-88-449-0515-6 
Codice 200007990 
Disponibilità Disponibile 
Valutazione
Prezzo di copertina € 25,00

Prezzo Internet

Sconto 10%

€ 22,50
  • Presentazione
  • Indice
I benefici della banca diretta sono evidenti in termini di efficienza, comodità e costi. Ma banca tradizionale però ha dalla sua la capacità di far leva sulla relazione, sulla ricchezza di interazione e di contenuti che consegue al contatto tra persone. Questo genera fiducia con il proprio interlocutore ma anche con ciò che esso rappresenta, cioè la banca.
Come si gioca allora la partita "banca online versus banca tradizionale"? Sportello ed internet sono alternativi o complementari? E se si in quale misura ed in che modo? Il volume cerca di rispondere a queste domande incentrando l'analisi della banca diretta dal punto di vista della domanda, andando cioè a capire come la pensa, ma anche cosa sente, la clientela: come sono cambiati i comportamenti in questi ultimi anni, vissuto e aspettative, quali sono le attuali resistenze verso l'online che alcuni consumatori ancora manifestano.

La ricerca rivela un atteggiamento positivo verso la banca diretta, che ha dunque forti potenzialità di crescita; questo perché è smart, innovativa, efficiente, trasparente e conveniente. In più scemano i timori rispetto al passato, legati soprattutto al fattore sicurezza. Ma il rapporto con la banca si fonda sulla fiducia, sulla protezione, sulla capacità di dare risposte , che è tipico della banca tradizionale. La risposta allora è cercare il punto di equilibro tra i due modelli, che sappia mixare in una nuova banca, una new classic - come affermano gli autori - innovazione ed economicità, da una parte, con relazione, supporto e tutela, dall'altra.

1. Introduzione

Umberto Filotto

1.1 In principio era la banca
1.2 Ne resterà uno solo? Armiamoci e partiamo?
1.3 Chi si ferma è perduto
1.3.1 Verso la multicanalità (ancora…?)
1.3.2 Less is more
1.3.3 Uno spettro si aggira per l’Europa (e non solo in Europa): la banca senza la banca
1.4 La ricerca

2. L’analisi desk iniziale: lo scenario di riferimento

Massimo Caratelli, Emanuela Prandelli

2.1 Internet: la composizione della domanda
2.2 Le traiettorie di sviluppo della tecnologia
2.2.1 Mobile connection
2.2.2 Geolocalizzazione
2.2.3 E-commerce
2.2.4 M-commerce
2.2.5 Comunicazione video e social media
2.3 Le traiettorie di sviluppo della tecnologia nel mondo banking
2.4 I nuovi modelli distributivi nel banking: una prima introduzione
2.5. I canali distributivi quali satisfaction driver

3. Le aspettative e il vissuto dei clienti (e non) della banca diretta. L’indagine qualitativa

Umberto Filotto, Fabrizio Fornezza, Paolo Mottura, Chiara Saibene, Laura Salvadori, Cristina Zocchi

3.1 Premessa e obiettivi della ricerca
3.2 Target della ricerca
3.3 Metodologia della ricerca
3.4 Le evidenze della fase qualitativa
3.4.1 Il vissuto e l’esperienza di Internet oggi e le evoluzioni
3.4.2 Il vissuto del direct banking e la relazione dei target con Internet e le banche
3.4.3 Il vissuto e il percepito delle banche dirette a confronto con quelle tradizionali 
3.4.4 L’immagine del sistema bancario italiano 
3.4.5 Sintesi delle evidenze 
3.4.6 Considerazioni e ipotesi
3.5 Considerazioni su vissuto e aspettative
3.5.1 Come siamo cambiati
3.5.2 Cuore e/o ragione 
3.5.3 Si può fare? E come?
3.5.3.1 Il problema dei costi 
3.5.3.2 Quanto è credibile la banca diretta?
3.5.4 In definitiva

4. Cosa pensano e cosa vogliono i clienti (e non) della banca diretta. L’indagine quantitativa

Massimo Caratelli, Umberto Filotto, Fabrizio Fornezza, Chiara Saibene, Laura Salvadori, Cristina Zocchi

4.1 Premessa e obiettivi della ricerca
4.1.1 Target della ricerca
4.1.2 Metodologia della ricerca
4.2 I risultati della fase quantitativa
4.2.1 L’attuale modello di banca diretta: awareness, immagine, driver di scelta e propensione
4.2.2 Il nuovo concept di banca diretta
4.2.3 Il test sui canali distributivi: rete di sportelli/filiali e rete di promotori finanziari
4.2.4 Alcune riflessioni conclusive
4.3 Alcune considerazioni a margine dell’analisi quantitativa
4.3.1 Niente di nuovo sotto il sole
4.3.2 Una nuova banca diretta
4.3.3 Proviamo il paradosso
4.3.4 Che fare?
Appendice - Il questionario

5. Conclusioni (brevi)

Umberto Filotto

 

Bibliografia